Ossibuchi di Fassona

500g | 15,90 €/kg

7.95

L’ossobuco di fassona si ricava tagliando trasversalmente lo stinco, ottenendo una fetta di carne che ingloba anche una sezione di osso, con relativo midollo. Cucinare un ossobuco non è difficile, ma, a dispetto della forma, che richiama la fettina, la sua cottura non è rapida. Anzi, la piacevole morbidezza che lo contraddistingue è il risultato della fusione del collagene di cui è infiltrato il muscolo; fusione che si ottiene con una cottura a temperatura non elevata, ma per tempi lunghi.

             

Descrizione

Come preparare l’Ossobuco:
Per ottenere un buon ossobuco si inizia passando le fette nella farina e poi buttandole in una padella a bordi alti in cui sia stato fuso del burro, fino all’imbrunimento. Terminata la rosolatura inziale, si sfuma con vino bianco e si abbassa la temperatura prosegue la cottura coprendo con un coperchio. Rivoltando più volte le fette, giunti verso la fine si aggiunge prezzemolo tritato e una scorza di limone grattugiata; volendo si può personalizzare con dei pinoli o della granella di nocciole o di pistacchio, mettendoci quel pizzico di fantasia che in cucina non guasta mai.
La cottura è terminata quando la carne si lascia infilzare dalla forchetta senza opporre resistenza. Il midollo in parte si sarà sciolto nel liquido di cottura ma in qualche fetta sarà rimasto dentro all’osso e il fortunato commensale al quale sarà capitata questa eccezione potrà concedersi il piacere di estrarlo e gustarne l’untuoso sapore.

Come fare in breve:
– Aprire il sacchetto
– Lasciare riposare 30 minuti
– Rosolare con burro e sfumare
– Cuocere col coperchio a fuoco basso per circa 1 ora

Conservazione:
conservare a temperatura tra 0°C e 4°C. Si raccomanda di non forare la confezione.
Consumare entro 14gg dalla data di confezionamento, oppure entro 12 mesi in freezer.